Logo
Ita/Eng/Gre/Fra/Deu
logo menu
Ufficio Esportazione oggetti d'antichità e d'arte
AVVISO
In base a quanto disposto dall'art. 103, comma 2 del D.L. 17/03/2020, n. 18, convertito con modificazioni dalla L. 24/04/2020 n. 27 e dal successivo D.L. 23 luglio 2021, n. 105, tutti i certificati, attestati, permessi, concessioni, autorizzazioni e atti abilitativi comunque denominati, che siano giunti a scadenza tra il 31 gennaio 2020 e il 3dicembre 2021 restano validi per i 90 giorni successivi alla dichiarazione di cessazione dello stato di emergenza epidemiologica da COVID 19.
Per ragioni di certezza del diritto e trasparenza, soprattutto in rapporto a soggetti terzi coinvolti nella circolazione transnazionale, coloro che fossero interessati possono richiedere, per iscritto, la produzione di un documento attestante l'intervenuta proroga dell'atto originario scaduto o in scadenza, allegando i relativi documenti.                                    

L’Ufficio Esportazione oggetti d'antichità e d'arte di Roma è preposto al controllo delle opere d’arte e dei beni librari in entrata ed in uscita dal territorio italiano, ai sensi della legislazione vigente (D.Lgs. 22/01/2004, n. 42 e Regolamenti CEE n. 3911/92 e CE 116/2009).
Per esportazione/importazione si intende rispettivamente l’uscita o l’entrata dal territorio dell’Unione Europea; per spedizione si intende l’entrata/uscita dell’opera in/dall’Italia entro l’ambito doganale dell’Unione Europea. Il territorio doganale europeo è definito dal Codice Doganale Europeo, art. 3.

In particolare l'Ufficio si occupa di:
- Attestati di libera circolazione e Licenze di esportazione per l'uscita definitiva dal territorio nazionale dei beni culturali di proprietà privata e riesportazione opere a chiusura delle mostre in Italia;
- Attestati di circolazione temporanea e Licenze comunitarie temporanee per i beni di proprietà privata e pubblica;
- Certificati di avvenuta importazione e Certificati di avvenuta spedizione per i beni di proprietà privata e/o destinati per mostre in Italia;
- Rinnovi dei Certificati di avvenuta importazione/spedizione per beni di proprietà privata;
- Ricezione delle autocertificazioni di beni culturali aventi meno di settanta anni o eseguite da autore ancora vivente;
- Collaborazione con il Nucleo Tutela Carabinieri Patrimonio Culturale nell'attività di contrasto e per il recupero dei beni culturali illecitamente esportati.

Presentazione delle pratiche
La procedura di espletamento delle pratiche di importazione/esportazione avviene tramite il sistema SUE, la piattaforma ufficiale ed obbligatoria per interagire con gli Uffici Esportazione del MiBACT.
Fanno eccezione le pratiche di esportazione temporanee per mostra per le quali si utilizzano ancora i modelli cartacei tradizionali.
Per le pratiche d’esportazione definitiva, ovvero per l’ottenimento degli attestati di libera circolazione, dopo la compilazione della domanda online si dovrà contattare l’Ufficio per fissare un appuntamento per la presentazione dei beni.

Registrazione SUE
  1. Accedere al sito https://sue.beniculturali.it e procedere con la registrazione. Assicurarsi di compilare per intero il form (sul sito è presente il manuale utente);
  2. dopo la conferma della registrazione chiamare l'Ufficio esportazione (06 4881457) per comunicare il codice ed ottenere l'abilitazione;
  3. ottenuta via mail la conferma dell'accreditamento, con codice identificativo e password, accedere al sistema;
  4. indicare la tipologia di operazione desiderata e compilare la relativa istanza;
  5. compilare una scheda identificativa del bene, comprensiva di tutti i dati essenziali per il suo riconoscimento, compresa una fotografia dell'opera, anche del retro e dei dettagli se contengono elementi significativi, e inviarla, tramite il sistema informatico, insieme alla domanda all'Ufficio esportazione scelto; resta necessario presentare una copia cartacea sia dell’istanza che della scheda stessa corredata di fotografie secondo le indicazioni dell’Ufficio;
  6. chiamare l’Ufficio Esportazione per fissare un appuntamento nel caso di richiesta di attestato di libera circolazione;
  7. si rammenta che per tutte le tipologie di operazioni, tranne per quanto riguarda le autocertificazioni di arte contemporanea, è prevista l'effettiva presentazione delle opere all'Ufficio esportazione.
Responsabile 
Dott.ssa Antonella Bonini
Curriculum Vitae
Decreto di nomina

Componenti staff
Gioia Elia
Eleonora Fusco
Francesca Ritucci
Francesco Ronchi
Valentina Vandini
Antonio Vitale
Contatti
Via Cernaia, 1 – 00185 Roma
06 4881457
ss-abap-rm.esportazioni@cultura.gov.it

Tutte le richieste di informazioni relative alle Autocertificazioni di arte contemporanea e alle Dichiarazioni per l'uscita di oggetti d'arte eseguiti da meno di settant'anni e da più di cinquanta, dovranno essere inviate esclusivamente alla casella di posta dedicata: ss-abap-rm.esportaac@cultura.gov.it
Soprintendenza Speciale Archeologia
Belle Arti e Paesaggio di Roma

Piazza dei Cinquecento, 67 - Roma

Copyright 2016 - 2022
Ministero della cultura

Privacy Policy >
Crediti >