Logo
Ita/Eng/Gre/Fra/Deu
logo menu
 
28/10/2022
L'Arco di Malborghetto e il sogno di Costantino, apertura straordinaria
 
Via Flaminia Antica, poco oltre il XIII Miglio. Secondo la tradizione, in questo luogo, si sarebbero acquartierate le truppe di Costantino provenienti da settentrione per opporsi a quelle dell’imperatore Massenzio alla vigilia della battaglia di Ponte Milvio. Proprio in questo luogo il futuro imperatore avrebbe avuto una visione. Si tramanda, infatti, che Costantino abbia visto nel cielo al tramonto il segno della croce e che “durante il sonno viene avvertito di far segnare sugli scudi il celeste segno di Dio e di dar battaglia”. Il giorno dopo, il 28 ottobre del 312, Costantino sbaragliava ai Saxa Rubra l’esercito del rivale e lo stesso Massenzio periva nelle acque del Tevere. A seguito di questa vittoria, nel 315, il Senato Romano fece erigere nell'Urbe l’arco bifronte presso il Colosseo e, probabilmente, nel Suburbium quello di Malborghetto.
Per ricordare questa data storica, la Soprintendenza Speciale di Roma, diretta da Daniela Porro, ha promosso un’apertura straordinaria dell’Arco di Malborghetto nella giornata del 28 ottobre. Per l’occasione il sito archeologico diretto da Angelina De Laurenzi sarà aperto al pubblico gratuitamente con visite libere dalle 9.30 alle 13.30 con ultimo ingresso alle 12.30. Per l’occasione, inoltre, sono state organizzate due visite guidate a cura dell’archeologa Barbara Ciarrocchi. Le visite guidate, sempre gratuite, si terranno alle 10 e alle 11 e la prenotazione è obbligatoria compilando l’apposito modulo
Soprintendenza Speciale Archeologia
Belle Arti e Paesaggio di Roma

Piazza dei Cinquecento, 67 - Roma

Copyright 2016 - 2022
Ministero della cultura

Privacy Policy >
Crediti >