Logo
Ita/Eng/Gre/Fra/Deu
logo menu
 
21/05/2022 - 22/05/2022
L'appetito di Gadda - Roma e il cibo nell'opera di Carlo Emilio Gadda
 
In occasione de Il Maggio dei Libri la Soprintendenza Speciale, diretta da Daniela Porro, promuove un evento ispirato a Carlo Emilio Gadda al Drugstore Museum in via Portuense, 317. 
L'iniziativa curata da Alessio De Cristofaro, direttore del Drugstore Museum e Responsabile dell'Area Patrimonio DEA e Immateriale, coinvolge dieci giovani attori della compagnia TNT che trasformeranno le pagine dello scrittore tra i più significativi del secondo '900 in una interpretazione teatrale animati da una felice sfrontatezza. Il funambolico cesellatore di arditi neologismi, mescolatore di linguaggi e gerghi, adorato da Italo Calvino, rivivrà in un esperimento di lettura drammatizzata che si muove negli ambienti del reading e del teatro. I brani interpretati sono tratti da “La cognizione del dolore”, “Accoppiamenti giudiziosi”,  “Eros e Priapo”, “ San Giorgio in casa Brocchi” oltreché da  articoli e interviste. Si finisce con la mirabolante descrizione de “la gran fiera magnara”, cioè il mercato di Piazza Vittorio che Gadda, da milanese, adorava e che descrisse in pagine indimenticabili di “Quer pasticciaccio brutto de via Merulana”. Roma e il cibo nell'opera di Carlo Emilio Gadda è il fil rouge dell'evento alla scoperta dei tanti appetiti dell'ingegnere scrittore: amore e gastronomia. A prestare volto, corpo e voce alle pagine di Gadda saranno Corinna Angeloro, Andrea Codognato, Lucrezia Fiaschetti, Sofia Iacuitto, Simone Masotti, Simone Parisi, Leonardo Pistella, Beatrice Spata e Carlotta Zampieri con il coordinamento di Barbara Chiesa. La riduzione e la regia sono affidate a Riccardo Bàrbera. L'appuntamento è al Drugstore Museum, in via Portuense 317, sabato 21 maggio alle ore 19.00 e domenica 22 maggio alle ore 17.30
Info e prenotazioni: ss-abap-rm.drugstore@beniculturali.it


 
Soprintendenza Speciale Archeologia
Belle Arti e Paesaggio di Roma

Piazza dei Cinquecento, 67 - Roma

Copyright 2016 - 2022
Ministero della cultura

Privacy Policy >
Crediti >