Logo
Ita/Eng/Gre/Fra/Deu
logo menu
Mausoleo La Celsa
Sull’alto della rupe dei Saxa Rubra, lungo la via Flaminia, emerge un mausoleo con tumulo superiore di terra (detto tomba Celsa) collegato scenograficamente ad un’esedra ed a una cisterna, forse per realizzare una fontana monumentale (ninfeo).
Nel Medioevo questo edificio fu adattato a fortezza, a controllo, con Castel Giubileo, della valle del Tevere alle porte di Roma.

Poco oltre è un gruppo di tombe rupestri (I sec. a.C. - I sec. d.C.) con resti di decorazione parietale, loculi e nicchiette per la deposizione di urne cinerarie (colombari), attribuibili a servi o liberti della famiglia Ostoria a cui potrebbe riferirsi il grande mausoleo. Ancora oltre, è stato scoperto un imponente scarico di fornace con ceramica malcotta prodotta nei primi due secoli dell’impero, proveniente da un impianto artigianale attivo presso il Tevere.

I reperti provenienti dall’area archeologica sono conservati nel Museo del casale Malborghetto.

Informazioni utili

Il monumento è chiuso al pubblico per ragioni di sicurezza

Responsabile
Dottor Roberto Narducci

  
Soprintendenza Speciale Archeologia
Belle Arti e Paesaggio di Roma

Piazza dei Cinquecento, 67 - Roma

Copyright 2016 - 2022
Ministero della cultura

Privacy Policy >
Crediti >