Ita/Eng/Gre/Fra/Deu
Questo sito utilizza i cookie anche di terze parti clicca su +Info per saperne di più o negare il consenso
oppure su OK per continuare la navigazione
 
23/12/2020 - 31/12/2021
Soprintendenza Speciale e Lega del Filo d'Oro insieme per accessibilità e inclusione
 
Un giorno all’anno tutto l’anno, non è soltanto uno slogan ma è anche l’incipit del percorso promosso dalla Soprintendenza Speciale di Roma, guidata da Daniela Porro, all’insegna dell’inclusione e dell’accessibilità insieme alla Lega del Filo d’Oro, punto di riferimento in Italia per le persone sordocieche e pluriminorate psicosensoriali.
L’impegno per il superamento delle barriere sensoriali e per contribuire alla costruzione di un patrimonio accessibile e inclusivo è uno degli elementi della missione culturale della Soprintendenza Speciale di Roma che si arricchisce anno dopo anno.

“Questa è una tappa importante in quello che è il percorso già avviato dalla Soprintendenza per rendere i suoi siti accessibili e inclusivi – dichiara il Soprintendente Speciale Daniela Porro – Dai progetti pensati per le persone con disabilità visiva presenti alla Basilica di San Pietro in Vincoli e alle Terme di Caracalla, fino a questa importante convenzione, la Soprintendenza si conferma essere un’istituzione aperta all’accoglienza di tutti gli utenti”.

In questo mese di dicembre, contrassegnato dalla giornata internazionale per le persone con disabilità, la Soprintendenza Speciale ha siglato una convenzione con la Lega del Filo d’Oro per creare insieme progetti di inclusione e per sensibilizzare e far conoscere la disabilità delle persone sordocieche e pluriminorate psicosensoriali e la loro partecipazione alla vita culturale.

La Soprintendenza Speciale Archeologica Belle Arti e Paesaggio di Roma intende supportare e realizzare iniziative per garantire la massima fruizione e la valorizzazione dei luoghi della cultura ad essa afferenti, mettendo a disposizione i suoi spazi e offrendo la possibilità di organizzare eventi, laboratori e visite guidate in collaborazione con la Lega del Filo d’Oro che possano favorire la diffusione della conoscenza anche attraverso il web. Il progetto, curato dal Servizio Educativo della Soprintendenza Speciale di Roma coordinato da Barbara Rossi, guarda al futuro e posa una prima pietra virtuale per rendere il patrimonio culturale sempre più accessibile e ancora più inclusivo con un partner importante quale è la Lega del Filo d’Oro.

“Questa collaborazione con la Soprintendenza Speciale di Roma rappresenta un ulteriore passo avanti per l’inclusione delle persone sordocieche e pluriminorate psicosensoriali – afferma il Presidente della Lega del Filo d’Oro Rossano Bartoli. – Siamo lieti di dare il nostro contributo certi che creare situazioni di maggiore accessibilità e fruibilità di contenuti e spazi, di formazione e di sensibilizzazione, vada nella direzione del miglioramento della qualità di vita e di arricchimento per tutta la collettività”.

Un giorno all’anno tutto l’anno inizia da oggi per proseguire ancora e raggiungere l’obiettivo di ampliare la fruizione dei siti archeologici e culturali della Soprintendenza Speciale di Roma coinvolgendo e accogliendo in maniera adeguata tutti i suoi pubblici a cominciare dai non pubblici, spesso rappresentati da persone con disabilità temporanee o permanenti.
Soprintendenza Speciale Archeologia
Belle Arti e Paesaggio di Roma

Piazza dei Cinquecento, 67 - Roma

Copyright 2016 - 2018
Ministero per i beni e le attività culturali

Crediti >