Ita/Eng/Gre/Fra/Deu
Questo sito utilizza i cookie anche di terze parti clicca su +Info per saperne di più o negare il consenso
oppure su OK per continuare la navigazione
 
17/12/2019
Alle Terme di Caracalla si festeggiano i Saturnalia con l'ingresso gratuito per tutti
Martedì 17 dicembre si festeggiano i Saturnalia alle Terme di Caracalla con l’ingresso gratuito per tutti.
La Soprintendenza Speciale Archeologia Belle Arti e Paesaggio di Roma ha inteso collegare le otto giornate di gratuità dell’iniziativa Io vado al Museo del Mibact a importanti festività contemporanee e, soprattutto, alle grandi celebrazioni dell’antica Roma.
Un’occasione per immergersi nel clima di benessere e magnificenza che ancora oggi si respira tra le monumentali vestigia delle Terme Antoniniane e per cogliere le suggestioni delle festività del mondo antico. I grandi eventi del calendario romano sono stati il filo conduttore delle giornate di  gratuità selezionate dal direttore delle Terme di Caracalla Marina Piranomonte.
Martedì 17 dicembre sarà l’occasione per celebrare, idealmente, l’inizio dei Saturnalia, una delle feste più popolari della Roma antica.
Nel periodo dell’anno vicino al solstizio d’inverno, gli antichi romani dedicavano al dio Saturno un tributo che si esprimeva con rituali sacri, un banchetto pubblico, ma soprattutto nello spirito di uguaglianza che univa le diverse classi sociali. Una celebrazione che consentiva, anche se per pochi giorni, di vivere una sorta di sospensione delle convenzioni in un'atmosfera di festa e di fratellanza.
In occasione dei Saturnalia era in uso scambiarsi doni, proprio come nelle tradizioni del Natale, e, nello spirito dell’antica cerimonia, la Soprintendenza Speciale Archeologia Belle Arti e Paesaggio di Roma ha voluto donare l’ingresso gratuito a tutti i visitatori. L’orario di ingresso per martedì 17 dicembre è dalle ore 9.00 alle ore 16.30, l’ultimo ingresso consentito è alle ore 15.30.
Soprintendenza Speciale Archeologia
Belle Arti e Paesaggio di Roma

Piazza dei Cinquecento, 67 - Roma

Copyright 2016 - 2018
Ministero per i beni e le attività culturali

Crediti >